Dlaczego Drutex
YouTube
Home page » Per Cliente » Guida » Propositi per il nuovo anno, non solo per gli amanti della casa ...

Propositi per il nuovo anno, non solo per gli amanti della casa ...

Anno nuovo, nuove sfide, progetti, sogni e ... nuovi propositi. La maggior parte di noi auspica, per se stesso, di avere successo, il raggiungimento degli obiettivi prefissi, perseveranza e determinazione ogni giorno dell’anno. Alcuni, per il nuovo anno, stilano una lista di buoni propositi. Quelli che non sono riusciti a raggiungere fino a quel momento e che diventano le priorità dei prossimi 12 mesi. 



Altri, invece, evitano di fare buoni propositi per il nuovo anno. I propositi per il nuovo anno degli europei sono diversi. Questo dipende essenzialmente dal carattere di ognuno di noi. Tra i propositi più ricorrenti, troviamo sicuramente quello di smettere di fumare, di perdere qualche chilo, di avere uno stile di vita sano, di praticare più sport, di essere più pazienti, di dedicare più tempo a se stessi, di imparare dieci lingue straniere, di fare frequenti viaggi all'estero per visitare il mondo. I piani sono spesso ambiziosi. Alla fine dell’anno, quando si fa il bilancio, ci si accorge che forse erano sin troppo ambiziosi. O forse erano semplicemente troppi. Magari vale la pena concentrarsi su obiettivi di più facile realizzazione. Ci permettiamo di dare alcuni suggerimenti – alcune cose di non difficile realizzazione.


1. Iniziare a risparmiare

I costi del riscaldamento aumentano costantemente. A causa dei lunghi e freddi inverni, tendiamo a mettere al massimo la manopola dei nostri termosifoni. È proprio in quei momenti che l’inverno mette le mani nei nostri portafogli. Se poi si considera che la stagione fredda in molte zone d’Europa dura fino a sette mesi, il nostro conto energetico alla fine sarà enorme. Come fare per abbassare, anche di alcune centinaia di euro, la nostra bolletta per il nuovo anno? La risposta è semplice: è giunto il momento di cambiare le finestre e optare per quelle a risparmio energetico. Per sapere quanto calore viene dissipato attraverso le finestre, bisogna controllare il coefficiente Uw. Più basso è, meglio è, perché una quantità inferiore di calore viene dispersa attraverso le finestre. Va ricordato che alla formazione del coefficiente Uw concorrono diversi fattori. Bisogna considerare anche i coefficienti di trasmittanza sia dei vetri che dei telai. Se non potete permettervi la sostituzione di tutte le finestre, è consigliabile sostituire prima quelle esposte a nord. Un’altra cosa importante è un buon isolamento termico delle pareti, l’isolamento del tetto e, se possibile, la sostituzione dell’impianto di riscaldamento o, quantomeno, un suo rinnovo. Nei casi in cui la bolletta del riscaldamento gravi particolarmente sul bilancio famigliare, sono consigliate le finestre con tapparelle. Le tapparelle sono il tipo più popolare di protezione per le finestre. La loro importanza è fondamentale soprattutto d’inverno, quando serve ad impedire anche la “fuga” del calore. In inverno, le tapparelle sono in realtà un’ulteriore barriera contro il freddo. Prima dell’acquisto è importante richiedere al venditore di mostrarci tutti i certificati che attestano i parametri dichiarati dal costruttore.


 2. Da gennaio mi prendo cura della mia salute 

... e decido di respirare aria pura. Cosa possiamo fare per prenderci cura della propria salute, dunque, e per avere aria pura in casa? Ci permettiamo di dare alcune informazioni e qualche consiglio. La temperatura ottimale interna è di 18-21 gradi Celsius, mentre il livello di umidità ottimale va dal 45 al 55 percento. Una eccessiva umidità può provocare la formazione di muffe e funghi, mentre una livello di umidità troppo basso, può rendere l'aria troppo secca. Affinché nella nostra casa ci sia un microclima ideale, è importante che tutti gli ambienti siano opportunamente areati. Una buona ventilazione dipende principalmente dalla qualità delle finestre, dalla loro capacità di scambiare l’aria all’interno dell’ambiente. Finestre che perdono aria, causano il raffreddamento della casa con conseguente aumento della bolletta per il riscaldamento. Tuttavia, allo stesso tempo, è importante mantenere un adeguato livello di ventilazione, garantita da sistemi moderni per assicurare una corretta circolazione dell'aria in tutti gli ambienti della nostra casa. Un adeguato sistema di ferramenta, permette all'aria di circolare attraverso lo spazio tra il telaio e l'anta (micro ventilazione) e, allo stesso tempo, riduce il rischio di condensazione del vapore acqueo e contribuisce a garantire il giusto livello di umidità in casa - ricorda Arthur Kurniewicz, responsabile del reparto tecnico di DRUTEX S.p.A.


3. Basta andare di fretta. Finalmente un po’ di silenzio

Come si fa a mantenere un proposito, se non si riescono neppure a mantenere i rumori esterni fuori di casa? Il 25 aprile, in tutto il mondo, si celebra la Giornata Internazionale di Sensibilizzazione sul Rumore. Si tratta di una iniziativa organizzata per sensibilizzare sull'impatto che ha il rumore sulla nostra salute. Il livello di esposizione al rumore è considerato dannoso per la salute se super il livello di  65-70 dB. Il rumore impedisce il corretto svolgimento del proprio lavoro, è di ostacolo alle attività di studio, non aiuta la concentrazione, per non parlare del sonno. È stato provato che i rumori sono spesso causa di mal di testa, di insonnia, di disturbi cardiaci, di problemi respiratori, e anche di una cattiva digestione.

Non è importante quale sia la fonte di rumore. Può essere causato  dai lavori in strada che iniziano già dalle 7 del mattino, dalle urla dei bambini che giocano di fronte a casa, dal rumore di un treno in movimento o dallo sferragliare dei mezzi di trasporto pubblico oppure dal nostro vicino che usa il tagliaerba da mattina a sera. Purtroppo, la maggior parte dei rumori che provengono dall’esterno, e che tanto ci danneggiano, non dipendono dalla nostra volontà. Cosa fare, dunque, per ridurre al minimo il suo impatto abbattendone gli effetti indesiderati? La soluzione è semplice. È sufficiente acquistare finestre antirumore di alta qualità. Il livello di  insonorizzazione è espresso dal coefficiente Rw, misurato in decibel. A valori Rw maggiori, corrisponde una minore quantità di rumore che penetra in casa. L’abbattimento del rumore anche solo di 10 dB, viene percepito dal nostro orecchio come una riduzione del rumore della metà. Un valore ritenuto accettabile, è una finestra con un indice di isolamento acustico pari a Rw 30 dB. Tuttavia vale la pena investire in finestre che offrono dei valori più alti dell’indice Rw – dice  Arthur Kurniewicz di Drutex.


4. Investire nella privacy e nella sicurezza

La cosa più importante per i proprietari di una casa è quella di garantire sicurezza e comfort a tutti quelli che la abitano. Se si considera che la gran parte delle effrazioni avviene attraverso le porte e le finestra, vale la pena investire nella loro qualità. Rotonde, colorate, di legno, di plastica, con o senza inglesina. La decisione sul tipo di nuova finestra da acquistare non è una scelta facile. Sappiamo tuttavia che la finestra non deve solo essere bella, ma deve soprattutto avere la funzione di proteggere le nostre abitazioni dagli agenti esterni. È  quindi importante essere consapevoli dei  parametri  che devono  essere presi in considerazione al momento di scegliere il prodotto e anche sapere cosa esattamente chiedere al rivenditore prima di prendere una decisione definitiva.

Innanzitutto il profilo è importante perché da questo fattore  dipenderà se la finestra durerà nel tempo e se funzionerà correttamente,  ma anche il sistema di guarnizioni. L'isolamento termico e acustico ricoprono un ruolo essenziale, grazie ai quali scopriremo se la finestra costituisce una valida barriera contro la dissipazione del calore cosi come anche se isola acusticamente la nostra abitazione . Altri parametri di cui tener conto sono la resistenza al vento, la tenuta all’acqua e la permeabilità all’aria. Questi  ultimi parametri determinano se, anche in caso di piogge particolarmente abbondanti  e vento forte, il nostro appartamento sarà asciutto e caldo.


5. Cominciare a pensare positivo

L’essere di buon umore dipende da diversi fattori: da come ci si alza la mattina, da quello che si mangia, dal fatto che si pratichi regolarmente sport, dove si trascorre il tempo libero. Ma a giocare un ruolo importante, sono anche fattori cromatici, cioè i colori che ci circondano. Alcune ricerche scientifiche svolte recentemente, hanno dimostrato, infatti, che la pace interiore e il senso di appagamento sono spesso inconsapevolmente influenzati dai colori dell’ambiente da cui siamo circondati. Sarebbe quindi meglio conoscerne il significato e di conseguenza usare quelli che hanno su di noi un impatto positivo. Si potrebbe, ad esempio, iniziare dalla scelta dei colori delle finestre. Le possibilità sono veramente tantissime! Fino a qualche anno fa eravamo soliti scegliere finestre di colore bianco. La forma prediletta era di solito rettangolare e si era persino soliti fare riferimento ad una cosiddetta misura standard. Nessuno allora immaginava che un giorno si sarebbe potuto scegliere tra una vasta gamma di maniglie, di inglesine o di vetri. Quanto lontano si è spinta la tecnologia applicata alle finestre è testimoniato dall’offerta  sul mercato. La finestra è oggigiorno un prodotto completamente diverso da quello a cui eravamo abituati alcuni anni fa. Oggi siamo in grado di scegliere tra una varietà di forme, di colori, di vetri e di altri accessori per finestre. “La possibilità di scelta di colori, per le finestre in PVC, è ricchissima: 30 diversi colori. Le finestre sono personalizzate a seconda dei gusti dei clienti. Possono essere scelte colorazioni differenti per l’esterno e per l’interno, in modo da poter abbinare il colore al design. Possono essere, ad esempio, color legno o grigie, cosi come è molto di moda in Germania e in Svezia. O semplicemente bianche. È solo questione di gusti”, Dice Arthur Kurniewicz di Drutex.


6. Prendersi cura della sicurezza della propria famiglia

Ogni poliziotto potrà confermare che la maggior parte delle effrazioni avviene attraverso le finestre e le porte. I ladri non perdono tempo. La gran parte dei furti si verifica in nostra assenza, di notte, quando tutta la famiglia dorme profondamente. Cosa fare per prendersi cura della pace e della sicurezza di se stessi e della propria famiglia? Per ridurre al minimo il rischio, si dovrebbero installare delle finestre sicure.

Un ruolo importantissimo, in questo caso, lo ricoprono le ferramenta, che hanno la funzione di assicurare la tenuta della finestra, ma anche di migliorarne l’efficienza, rendendo l'apertura e la chiusura più agevole. Le ferramenta hanno anche la funzione di rendere le finestre più sicure impedendo o rendendo più difficili i tentativi di effrazione. Oggigiorno si registra una tendenza del mercato che prevede il montaggio di ferramenta a scomparsa lungo il perimetro dell’infisso. Al fine di garantire un pieno senso di sicurezza e di protezione della casa contro lo scasso, è possibile dotare qualsiasi finestra di ferramenta antiscasso. Le ferramenta possono essere  fornite con diversi livelli di protezione antiscasso e dotate di dispositivi che rendono più difficili i tentatavi di forzatura delle finestre dall’esterno.

 

È facile quindi mantenere i propositi per il nuovo anno? Naturalmente, a patto che si tratti di propositi realizzabili. Bisogna avere buon senso ed essere coerenti per poterli realizzare. Sebbene abbiamo 12 mesi per poter realizzare i nostri propositi, sarebbe meglio iniziare da subito. Forse la più importante tra tutte le sfide è proprio quella di prendersi cura quotidianamente della nostra cosa e delle persone che ci abitano. Questo a prescindere dalle tendenze e delle preferenze delle prossime generazioni.




+48 59 822 91 01

+48 59
822 91 04


Infolinia: 0 801 67 67 87