Consigli

10 regole fondamentali per le giornate torride

Il caldo si fa sentire. L’estate di quest’anno ci accompagna con temperature particolarmente alte, quasi africane. Il clima in Polonia non ha nulla da invidiare a quello di paesi caldi come l’Italia, la Grecia, la Spagna e il Portogallo. Sul Baltico una moltitudine di turisti affolla le spiagge, e chi ha la fortuna di possedere una casa con giardino si gode lo splendore delle giornate soleggiate. Ma come sempre il troppo stroppia e l’eccesso di sole non è da meno: da qualche giorno ci lamentiamo sempre più spesso del caldo insopportabile e bramiamo un po’ di sollievo dalla canicola. E qui la domanda sorge spontanea: cosa fare per sentirci a nostro agio d’estate e non far surriscaldare il nostro organismo? Come affrontare la calura in casa, quando possiamo solo sognare il relax di un villaggio vacanze? Ebbene, ci sono alcune regole da seguire. In realtà, molto semplici. La cosa migliore è iniziare cambiando le nostre abitudini e prendendoci cura degli interni, dove ci rifugiamo per sfuggire alle alte temperature.


Bevi molta acqua
L’acqua è la migliore invenzione di tutti i tempi. È noto da sempre, e in questo caso gli uomini di scienza non ci contraddicono, che una corretta idratazione dell’organismo influenza la nostra condizione, la salute e il benessere. Nelle giornate torride, l’acqua minerale fresca e liscia è la più adatta per prevenire la disidratazione. I medici raccomandano 2 litri d’acqua al giorno agli anziani e persino 3 litri ai più giovani. A parte ciò, pochi sanno che la caffeina non è affatto una buona idea durante l’estate. Né l’alcool né il caffè con la sua caffeina ci faranno sentire meglio. Sono diuretici e possono contribuire alla disidratazione del corpo, soprattutto se trattiamo questo tipo di bevande come alternativa all’acqua. Congelare l’acqua in una bottiglia di plastica non è affatto una cattiva idea. Anziché riscaldare il corpo, l’acqua che si scongela gradualmente lo rinfresca in modo efficace. Una bottiglia d’acqua congelata la si può anche portare con sé durante il giorno: verrà utile per farsi degli impacchi refrigeranti!


Limita la cottura
Nei giorni molto caldi di solito non abbiamo molto appetito. Non abbiamo molta voglia di concederci pranzi caldi abbondanti da due portate. Nemmeno quelli della mamma. La cosa migliore è dunque preparare un’insalata leggera, una zuppa fredda o un altro piatto che non richieda l’uso del forno o dei fornelli, che emanano una gran quantità d’aria calda che viene dispersa in casa, mentre il vapore prodotto durante la cottura aumenta la sensazione di calore.

Rinfresca la casa con l’acqua nella vasca da bagno!
 
L’acqua fredda è un rimedio ideale per far fronte alla calura. Basta riempire la vasca di acqua fredda e aprire la porta del bagno. L’acqua assorbe meravigliosamente il calore e rinfresca l’aria. Può essere utile anche bagnare qualche asciugamano e appenderlo su sedie o porte. Anche se questo metodo può lasciare a desiderare dal punto di vista estetico, è molto efficace perché permette un’ulteriore umidificazione dell’aria nella vostra dimora. E possiamo sfruttare gli asciugamani anche come impacchi freddi, cosa che d’estate ci assicura senz’altro sollievo e un maggiore comfort termico.
 
Abbigliamento leggero, tessuti traspiranti e scarpe scoperte sono un must per l’estate.  Sono consigliati vestiti di tessuti naturali come lino o cotone, preferibilmente di colori chiari. In questo modo evitiamo che il corpo si surriscaldi e le alte temperature non ci faranno troppo soffrire. Camicie a maniche corte e pantaloncini sono la scelta migliore. Se abbiamo intenzione di uscire, val la pena indossare una camicia a maniche lunghe traspirante e pantaloni lunghi per proteggere il corpo dai nocivi raggi ultravioletti.
 
Evitiamo le cosiddette ore di punta, quando il sole è al suo massimo. Meglio non uscire di casa tra le 11 e le 15, consiglio che vale in particolare per gli anziani e i bambini. Disidratazione dell’organismo, debolezza, svenimenti sono solo alcune delle spiacevoli conseguenze alle quali possiamo esporci se vogliamo goderci il sole durante le ore di massima intensità.
 
Se trascorriamo la maggior parte del tempo a casa o in ambienti chiusi, dobbiamo garantirci una temperatura opportuna e refrigerio. Nel caso in cui non si possa contare sull’aria condizionata, la soluzione più agevole è procurarsi semplicemente un normale ventilatore. Può essere in versione elettrica, a batterie o un anche un banalissimo ventaglio. Anche posizionare una scodella di ghiaccio davanti al ventilatore può rafforzare l’effetto di raffreddamento e aumentare l’umidità dell’aria. Il climatizzatore portatile è la soluzione più diffusa in Polonia, in quanto presenta alcuni vantaggi indiscutibili, se non altro il prezzo contenuto.  Purtroppo, implica anche alcuni inconvenienti, non ultimo il fatto di essere rumoroso e consumare grandi quantità di energia elettrica. Si tratta indubbiamente di una buona alternativa per un rapido raffreddamento degli interni.
 
Il segreto degli abitanti dell’Europa meridionale nella lotta contro il caldo torrido sono le tapparelle esterne, che proteggono efficacemente dal surriscaldamento degli interni. Non da oggi sappiamo che la maggior parte del calore fuoriesce dalla casa attraverso le finestre. Un altro aspetto ovvio è che aprendo le finestre l’aria più calda entra nell’abitazione. La maggior parte di noi, quando esce per andare al lavoro, lascia le finestre aperte tutto il giorno.  Lo facciamo per areare le stanze, permetterci di avere aria fresca e farci sentire più a nostro agio in casa. Nulla di più sbagliato. Quando torniamo dall’ufficio climatizzato, ciò che ci aspetta non è un appartamento ventilato, bensì calura e afa. Il principio di base è che aprire o inclinare a vasistas finestre e portefinestre quando la colonnina di mercurio all’esterno indica più di 30 gradi, ha senso praticamente solo all’alba. Nei momenti della giornata in cui il sole batte più forte, le finestre vanno tenute chiuse perché l’aria calda penetra molto rapidamente in casa.
 
Per combattere il caldo, le tapparelle esterne sono l’ideale. In estate, svolgono il loro ruolo proteggendoci perfettamente dal sole, ma rappresentano altresì un’eccellente barriera per i ladri durante la nostra assenza, oltre a garantire privacy e intimità riparandoci dalla vista dei nostri vicini indiscreti. Vale la pena di considerare un investimento del genere, perché in estate la maggior parte del calore entra nell’abitazione attraverso le finestre. In confronto, il calore che entra in casa passando per il tetto o le pareti può essere anche più di dieci volte inferiore. Le tapparelle esterne sono disponibili in PVC e alluminio in un’ampia gamma di colori. Esiste dunque la possibilità di adattarle al carattere degli interni e alla facciata dell’edificio. Fungono inoltre da eccezionale elemento decorativo, per non parlare dei loro numerosi vantaggi. “Le tecnologie moderne, tra cui il cosiddetto controllo intelligente della casa, stanno acquisendo una popolarità sempre maggiore in Polonia. I fautori di questa soluzione sono in costante aumento. Ora puoi avere il comando delle tue tapparelle senza uscire di casa, usando un tablet o un telefono” – afferma Mirosław Furtan, direttore del controllo qualità Drutex. Come possiamo riscontrare nelle giornate torride, le tapparelle presentano molteplici vantaggi. Leggermente aperte, garantiscono una penombra che non solo ci dà la possibilità di riposare dal sole, ma favorisce anche un maggiore comfort negli spostamenti all’interno dell’abitazione. Infine, le tapparelle eliminano gli effetti dei raggi UV emessi dal sole, dannosi non solo per le persone, ma anche per l’arredamento, in quanto provocano lo scolorimento della tappezzeria e delle vernici dei mobili e lo sbiadimento delle tinte sulle pareti o delle carte da parati.

 

Spegni i dispositivi elettrici
 
Vale la pena di prestare attenzione a tutti i dispositivi elettrici che possediamo, perché emettono una gran quantità di calore. La maggior parte del calore viene generato da: frigorifero, forno, fornelli, televisore, illuminazione e forno a microonde. Ecco perché è una buona idea spegnere le apparecchiature che non abbiamo necessità di utilizzare. Lo stesso vale per l’’illuminazion, soprattutto se usiamo lampadine tradizionali, che fungono sostanzialmente da piccoli radiatori a soffitto. Una soluzione molto più confortevole in questo senso sono le lampade fluorescenti a risparmio energetico o lampadine a LED, che generano di gran lunga meno calore rispetto alle lampadine tradizionali.

Apriamo le finestre solo dopo il tramonto!
Negli ultimi anni si è registrata una forte domanda di superfici vetrate di grandi dimensioni. Esteticamente accattivanti, costituiscono una decorazione per la casa e garantiscono una maggior quantità di luce nella stanza. Più grandi sono, meglio è. Questa è la tendenza attuale, non solo in Polonia ma anche all’estero. “I sistemi alzanti-scorrevoli, i cosiddetti HS, sono un trend di successo degli ultimi anni. Optano per questa soluzione le persone che apprezzano la modernità, l’eleganza e il comfort di utilizzo. La stabilità della struttura, l’elevato risparmio energetico e la sicurezza che offrono depongono a favore della loro popolarità – aggiunge Mirosław Furtan dell’azienda Drutex. Cosa succede d’estate? Non si verifica forse un eccesso di calore? Non necessariamente. Per prima cosa, puntiamo sulle tapparelle, e in secondo luogo apriamo le finestre dopo il tramonto. È possibile tenere le finestre aperte fino a tarda sera, ovvero nel momento più fresco della giornata. Si consiglia di ventilare l’appartamento per 4-6 ore, o fino al mattino, quando la temperatura esterna scende al di sotto di quella dell’appartamento. Anche le prime ore del mattino, quelle tendenzialmente più fresche all’esterno, sono un buon momento per un intenso ricambio d’aria.
L’aria frizzante del mattino renderà più facile alzarsi e prepararsi per un’altra calda giornata.
 
Tutti attendiamo l’estate, programmiamo le vacanze, le gite al mare, il relax sulla spiaggia. Chi non può godersi una vacanza vera e propria, può approfittare del fascino del giardino di casa. La situazione è ideale, soprattutto perché quest’estate sembra perfetta per nostri sogni di risposo estivo. Seguendo alcuni consigli e semplici regole, anche le giornate più soffocanti non ci toglieranno il sonno. Niente di più semplice e dunque... buone vacanze!
 
 
 

Urbanizacja

Vedi anche

Urbanizacja
Urbanizacja popycha coraz więcej ludzi na całym świecie ze wsi do ciągle rosnących skupisk miejskich. 
Un accesso elegante al terrazzo, perfetto per l'estate ma non solo!
Il momento in cui apprezziamo maggiormente il terrazzo è l'estate, quando diventa un prolungamento della zona giorno e parte integrantedell’interno. 
I trend del 2018 nel design degli interni
Con il nuovo anno non cambia solamente un numero sul calendario.